Abbattitore di temperatura, perché averlo in cucina

Forse non tutti sono a conoscenza dei segreti della cucina. Pare infatti che esista un modo più rapido, ma anche più sicuro ed efficiente del freezer per tenere conservati gli alimenti. Si tratta dell’abbattitore di temperatura, un mezzo nato in origine per raffreddare gli alimenti in maniera velox, ma che col passare del tempo si è sviluppato come un aggeggio all’avanguardia ricco di una serie di funzioni ulteriori. Tanto da essersi trasformato in un vero punto fermo delle migliori cucine professionali.

Abbattitore di temperatura: raffreddamento rapido e surgelamento

Il raffreddamento a temperatura ambiente di un alimento cotto porta il cibo a perdere le vitamine e sali minerali alterando la qualità di ciò che cucini. È proprio nella fascia di temperatura compresa fra +65°C e +10°C che i batteri riescono ad adattarsi con favorevoli condizioni per proliferare.  L’uso di un abbattitore di temperatura abbatte il problema alla radice. Il raffreddamento rapido a +3°C di un alimento da poco cotto dilunga di parecchio il periodo di conservazione, fino al 70%, mantenendo intatta la qualità primaria. Anche a distanza di giorni la morbidezza e la fragranza dei cibi sarà la medesima, proteine, vitamine e sali minerali saranno conservate.

Surgelare e congelare non significa la stessa cosa. Nel processo di surgelazione la temperatura di un alimento scende a -18°C in tempi veloci, grazie alla temperatura dell’aria che cala fino a -40°C. L’acqua all’interno delle singole cellule gela in modo rapido creando microcristalli di ghiaccio. Al momento dello scongelamento non vi saranno perdite di liquidi e le condizioni originarie dell’alimento saranno conservate. Nel caso del congelamento con il freezer tradizionale il raffreddamento sarà rallentato e l’acqua all’interno delle cellule dell’alimento fanno ghiaccio formando dei macrocristalli che strappano le fibre. Il prodotto scongelato rilascerà parecchi liquidi, vitamine e nutrienti e la qualità sarà di sicuro persa

Abbattitore di temperatura e tanto altro ancora

Grazie alla surgelazione e alla conservazione a -20°C per almeno 24 ore tramite un abbattitore, ogni rischio di contaminazione per pesce e carne cruda non esiste più. È possibile surgelare il pesce fresco a -40°C, tenerlo in freezer una giornata e gustarlo in tutta sicurezza.

Il decongelamento di pesce e carne crudi è uno dei processi più lenti e delicati svolti in cucina e, molto spesso, non c’è abbastanza accortezza. Usare l’acqua corrente non è una buona idea per motivi sanitari; il microonde, come scorciatoia per non impiegare troppo tempo, è una cattiva soluzione perché cuoce il prodotto e ne cambia la parte proteica: la qualità sarà di gran lunga compromessa. La funzione decongelamento dell’ abbattitore domestico consente di evitare ogni rischio e danno all’alimento e con velocità di gran lunga superiori rispetto a quelle di un normale frigorifero.

La frutta e la verdura non devono mancare nell’alimentazione di un bambino, quindi si possono selezionare i migliori prodotti di stagione, cucinarli, dividerli in mini porzioni e quindi raffreddarli in modo veloce o surgelarli con l’abbattitore. La porzione così fatta potrà essere tenuta in conservazione nel congelatore, garantendo una scorta per i mesi a venire, sana e naturale al 100%.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *