Investire sui mercati finanziari, attenzione alle insidie nella scelta del broker

By | 1 ottobre 2017

Sul web continuano a diffondersi in maniera virale, anche attraverso i social network, i messaggi pubblicitari relativi a software di trading che permetterebbero non solo di guadagnare, ma addirittura anche di arricchirsi in tempi ristretti. Uno di questi è il quantum code che, in linea con le tante recensioni che sono presenti online su siti Internet italiani, è un sistema che in ogni caso non mantiene ciò che promette. Il sistema di trading, che farebbe arricchire, viene pubblicizzato con tanto di recensioni positive, ma in realtà si sconsiglia vivamente di aderire a quantum code, di aprire un account ed ancor di più di versare denaro.

E’ decisamente più sicuro, infatti, fare trading online con un broker autorizzato ed abilitato, ovverosia in possesso di regolare licenza nel proporre ai clienti i servizi, i prodotti e le soluzioni di investimento. Ad esempio, ci sono broker online che sono in possesso di regolare licenza per operare in Italia, e che mettono a disposizione dei clienti delle piattaforme di negoziazione evolute, ovverosia caratterizzate dalla possibilità di accedere a servizi e soluzioni avanzate su centinaia di asset finanziari, dalle coppie di valute agli indici azionari, e passando per le materie prime e per gli indici azionari.

Con i broker online seri ed affidabili aprire gratuitamente un conto di trading è semplice e sicuro, ma prima di investire è bene comprendere a pieno la natura ed il funzionamento degli strumenti finanziari scelti, così come è importante capire se questi risultano essere perfettamente in linea con il proprio profilo di rischio. Per esempio, se si è disposti ad investire in leva finanziaria, anche con piccole somme, ed impartendo gli ordini in acquisto e/o in vendita sempre con i livelli di stop loss e di take profit, allora può rivelarsi interessante il trading online sul mercato Forex, ovverosia sui cross valutari come Euro/Dollaro, Dollaro/Yen, Dollaro/Franco Svizzero, Sterlina/Dollaro ed Euro/Yen.

Se invece quando si investe si va alla ricerca di strumenti finanziari che offrano un rendimento fisso, variabile o potenziale, e che includono pure meccanismi certi di protezione del capitale, allora non sono di certo i Contratti per Differenza (CFD) o le opzioni binarie la soluzione migliore nell’ottica dell’asset management. Le opzioni binarie, infatti, su ogni trade aperto portano o a perdere l’intero capitale investito, oppure a guadagni che possono spaziare, in base a quanto offre il broker, da un minimo del 70% al 90% del capitale investito.

Per capire senza rischi su quali strumenti finanziari operare con profitto, sfruttando proprio il conto di trading aperto con il broker, si può utilizzare il conto demo che permette di simulare l’operatività reale con denaro virtuale. In questo modo si possono comprendere a pieno quelli che sono, per ogni singolo strumento finanziario, i rischi legati alla volatilità dei prezzi dell’attività sottostante quando, ad esempio, si aprono posizioni in opzioni binarie e CFD. A tal fine può rivelarsi utile, prima di investire, chiedere il parere qualificato di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *