L’importanza del viaggio…reale: vivere esperienze che aprono la mente

La vita reale sempre più spesso è soppiantata dalla vita virtuale: le esperienze diventano virtuali, i viaggi anche. Complice di questo atteggiamento è la facilità attraverso il computer di intrecciare esperienze ed emozioni, ma sempre senza esporsi eccessivamente, sfuggendo così a quella che può essere definita una vera fobia sociale. Questo atteggiamento però nasconde anche delle insidie, ecco perché nonostante la rete possa essere uno strumento di informazione e di conoscenza, deve essere lasciato spazio anche alla realtà. Scopriremo ora perché è importante viaggiare.

Il viaggio è un’arte

Il viaggio può essere considerato un’arte, esula dal semplice spostarsi da una città all’altra, da un Paese all’altro del mondo, è molto di più, vuol dire lasciarsi  sorprendere e penetrare da diversi stili di vita, da diverse culture, guardare con occhi diversi tutto ciò che ci circonda. La sorpresa in un viaggio può capitare in ogni luogo, anche il più impensato, può essere una conoscenza fatta per caso e che apre il mondo del viaggiatore a nuove esperienze, può essere in un panorama da sbirciare in una stanza d’albergo. La sorpresa può essere in un odore in una strada, in un’opera d’arte che si ammira all’interno di un museo o un semplice murales.

Il viaggio è importante anche al momento del ritorno questo perché di quell’esperienza non restano solo le cose viste e le emozioni vissute, ma resta anche una certa apertura mentale. Viaggiare vuol dire assimilare modi di vivere diversi, imparare a capirli, mangiare in modo diverso e avere un approccio differente a cibo e religione, naturalmente si tratta solo di esempi. Questo bagaglio è molto importante anche al momento del ritorno perché in un mondo sempre più multietnico aiuta a vivere in armonia con gli altri, con chi è differente e quindi contribuisce alla pacificazione.

L’importanza del viaggio in America

Ogni viaggio è in grado di apportare benefici se viene affrontato nel modo giusto, ma il Paese in cui sicuramente si può imparare di più perché è un misto di etnie, religioni, culture, è l’America. Proprio per questo il viaggio negli Stati Uniti è il sogno di tutti, si tratta infatti di un percorso personalizzabile, si possono scegliere le coste della California per una vacanza nel lusso, un viaggio nel Gran Canyon  in Arizona per un’esperienza immersi nella natura, il mitico Coast to Coast per gli avventurieri…

Prima di partire è necessario controllare di avere tutti i documenti in ordine, infatti oltre a dover avere il passaporto è necessario avere anche l’ESTA, un visto che permette di scendere sul suolo degli Stati Uniti.  Non basta avere questi accorgimenti, infatti è bene anche informarsi su cosa si può portare negli Stati Uniti,  vi è infatti una lista di prodotti assolutamente vietati, tra questi il cloro, liquidi infiammabili e vernici.

Si tratta di misure di sicurezza particolarmente stringenti dopo l’attacco alle Torri Gemelle che hanno portato l’America ad attuare un rigido piano volto ad evitare attacchi aerei. Alcuni oggetti invece possono essere portati solo nel bagaglio depositato nella stiva, tra questi gli attrezzi di lavoro potenzialmente pericolosi, come un trapano o un martello. Per i liquidi il limite è di 100 ml, ma occorre stare ben attenti e informarsi prima di preparare i bagagli per evitare brutte sorprese.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.