Unghie e manicure: ecco le origini della “Nail art”

By | 27 novembre 2016
unghie e manicure

L’arte di dipingersi le unghie ha una tradizione millenaria che vale la pena esplorare. Fin dall’antica Babilonia, le donne si coloravano le unghie della mano per rappresentare il loro status sociale e lo facevano anche per rappresentare un periodo particolare dell’anno. In particolare, il colore più era scuro e più era indicativo di uno stato sociale molto alto. Il nero era appunto quello predominante e principale. Allo stesso modo, per le donne egizie, l’arte di abbellirsi le unghie, dimostrava lo Stato di appartenenza e anche talvolta l’età delle donne che quindi rappresentavano se stesse alla società: per colorarsi le unghie, le egiziane, usavano l’hennè che era in pratica l’unica possibilità per colorarsi le unghie in quei tempi.

Nel corso dei secoli poi, il rapporto tra le donne e lo smalto è stato visto a fai alterne con piacere, con diffidenza e spesso anche come simbolo di trasgressione. Come se le donne con lo smalto volessero dire qualcosa di proibito o volessero dare un messaggio di qualcosa che, piuttosto, doveva essere nascosto. Oggi invece, l’arte di dipingersi le unghie, tende a rappresentare quelli che sono gli umori a cui è legata la donna che indossa un particolare tipo di smalto piuttosto che un altro.

Molto spesso, le donne, sono di corsa e non riescono ad avere molto tempo da dedicare alla decorazione delle proprie unghie ma a dire il vero, la Nail Art, così come la possibilità di avere delle unghie perfette, non è certo una pratica che si realizza da un giorno all’altro: è necessario avere sempre una costante cura delle proprie mani. La bellezza delle unghie infatti passa sempre per la salute delle stesse. Ma come si fa a mantenere le proprie unghie sane?Innanzitutto devono essere sempre pulite e tenute forti con l’uso di gel disinfettanti e della classica crema idratante che serve molto in questo senso. Poi, è preferibile tenerle spesso colorate ma, senza mai esagerare, adesempio lasciandole per lungo periodo senza respirazione.

Ad oggi infatti, nel mondo della nail art, ci sono migliaia di possibilità quando si parla di colore e di disegni da applicare. La regole è quella di non strafare: per scegliere bene, innanzitutto, bisogna conoscere i diversi tipi di colorazioni. C’è chi usa il classico smalto, ovvero una miscela da applicare al dito per colorarlo e che viene anche usato per proteggere l’unghia. Il gel per le unghie, invece, è una combinazione chimica che deve essere applicata su diversi strati e deve essere poi cotta in una lampada UV oppure LED. Inoltre c’è anche lo smalto acrilico, che è una miscela chimica analitica composta da polvere e dal pigmento di colore che si applica su un’unghia e serve anche a colorare.

Quando si sceglie di applicare una tipologia di trattamenti per le unghie duraturi, però, bisogna avere già un’unghia solida e in forma altrimenti si rischia di assottigliarne la parete che a lungo andare potrebbe rovinarsi. Ecco perchè bisogna fare molta attenzione ed usare sempre prodotti di buona qualità sulle proprie unghie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *